Take care o arte del prendersi cura è quello che faccio con i miei strumenti e i vostri: mi prendo cura degli strumenti che per svariati motivi non possono più essere quelli di un tempo, e faccio in modo di restituire loro una funzione e una dignità.

Affidabilità

La riparazione di uno strumento è per me una sfida quasi maggiore rispetto alla costruzione ex-novo. “Aggiustare” chitarre vecchie e/o malridotte, una fra tante la Mogar, ha significato mettermi in gioco, guardare dentro allo strumento per immaginare il lavoro che c’è dietro e trovare vie e metodi per sistemare e sanare le parti ammalorate.
È con grande passione che affronto sia le riparazioni semplici (cambio delle corde, sostituzione di una meccanica, pulizia della tastiera) sia quelle complesse (sostituzioni dei tasti, sistemazione del manico, rifacimento delle parti della cassa armonica, sistemazione del ponticello) traendo sempre indicazioni che mi aiutano a crescere in capacità e professionalità.

Competenza

Un altro aspetto del take care sono le customizzazioni. Capire le vostre necessità, modificare e migliorare lo strumento, concretizzando le vostre richieste mi dà grande soddisfazione ed è fonte di nuovi stimoli.